Macroeconomia (2017/2018)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S00242
Docente
Gianpaolo Mariutti
Coordinatore
Gianpaolo Mariutti
crediti
9
Settore disciplinare
SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Secondo Semestre Triennali dal 19-feb-2018 al 1-giu-2018.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

-- Introduzione ––

La macroeconomia moderna nasce con J.M. Keynes nel 1936. Il suo libro "La teoria generale" riprese il titolo del famoso articolo di Einstein sulla relatività. L'accostamento di facciata ispira un utile parallelismo. Si potrebbe dire che la macroeconomia sta all’economia, come la cosmologia sta alla fisica. Essa studia i fenomeni aggregati di un sistema economico. Non si occupa dell’infinitamente piccolo, ma si occupa dell'"universo" dei mercati. Non studia una singola impresa o il comportamento economico di un individuo (che è materia della microeconomia). Studia invece le forze complessive che governano un sistema economico, le quali condizionano in aggregato il comportamento delle singole imprese e degli individui. Al pari della cosmologia, anche la macroeconomia si pone domande ultime sui “massimi sistemi”. Per esempio, che cos’è e quant’è la ricchezza economica di una nazione (come l’Italia), da dove viene questa ricchezza e dove (cioè a chi) va. Non serve essere cosmologi per sapere che “il sole e le altre stelle” esistono. In egual misura possiamo parlare di PIL (Prodotto Interno Lordo), di Consumo aggregato delle famiglie, o d’Investimento delle imprese, di inflazione dei prezzi senza conoscere la materia che studia questi fenomeni. Ma, al di là del buon senso, non possiamo rispondere come si forma il PIL, come si misura, chi lo produce e che cosa causa un certo livello di consumo o d'investimento, e con quali effetti, senza un’adeguata preparazione macroeconomica.

-- Primo obiettivo --

Primo obiettivo del corso è di fornire questa preparazione di base. Il livello è introduttivo, ma non superficiale. Saranno richieste minime conoscenze matematiche (funzioni lineari), perchè si farà uso di equazioni e grafici. Verranno esaminati in successione tre mercati che compongono un sistema economico: (1) il mercato dei beni, (2) il mercato monetario-finanziario, (3) il mercato del lavoro. Si analizzeranno le leggi che governano ciascun mercato, e le loro interazioni nel determinare l’equilibrio (o il disequilibrio) economico generale.

-- Secondo obiettivo --

Pur assomigliandole, la macroeconomia in un punto essenziale non coincide con la cosmologia. Quest’ultima si propone di conoscere l’universo, ma le risulta - almeno per ora - difficile modificarlo. Essa ci svela come il mondo gira. Ma quello, anche dopo le nostre scoperte, continua a girare incurante come prima. Non così per la macroeconomia. Al pari di altre scienze sociali, essa non si propone solo di conoscere il mondo, ma si propone anche di migliorarlo. Il suo voler conoscere non è solo speculativo e positivo, ma è anche normativo e concreto. In altre parole, in macroeconomia più che altrove vale l'adagio “conoscere per deliberare”.
Il secondo obiettivo del corso sarà quindi di evidenziare il ruolo che può giocare la politica economica (nei diversi mercati) nel promuovere o – dov'è già raggiunto – salvaguardare un livello di benessere economico adeguato.

--Capacità acquisite--

Al termine dell’insegnamento lo studente sarà in grado di consultare ed interpretare correttamente:
a) A livello nazionale: le Tabelle di contabilità dell'Istat, i Documenti previsionali del MEF, le Relazioni e gli Allegati contabili del Governatore della Banca d'Italia.
b) A livello internazionale: I Rapporti sullo sviluppo della Banca Mondiale e il Dataset dei World Development indicators, gli Outlook del Fondo Monetario Internazionale e quelli dell'OECD.

A livello storico-teorico lo studente sarà in grado di
c) Saper collocare le diverse interpretazioni analitiche e di politica economica nel quadro più generale delle principali scuole di pensiero economico evolutesi in epoca moderna e contemporanea.
d) Valutare l'efficacia dei diversi interventi di stabilizzazione economica e di stimolo allo sviluppo, rispetto alle condizioni empiriche e storiche di partenza del paese analizzato.

Programma

--Modalità didattica---
Il corso si compone di lezioni frontali per un totale di 7CFU (56h) intervallate a lezioni di esercitazione per i restanti 2CFU (24h). Queste ultime servono a rafforzare l’acquisizione delle nozioni teoriche e impratichirsi nel loro utilizzo a casi concreti. Lo studente sarà incentivato a svolgere settimanalmente esercizi e test, sia individuali che di gruppo, per verificare il suo stato di preparazione con l'avanzare del corso.
L'insegnamento ha dei tutor, per un monte ore di 40, che aiutano nell'attività di correzione e revisione delle attività svolte dagli studenti durante il periodo di corso.
Un sito elearning è a disposizione come indicato in fondo.

L’elenco degli argomenti trattati è il seguente:

1. La Macroeconomia: storia delle idee e storia dei fatti
2. I Conti Nazionali e l’evidenza empirica in economia
3. Il Mercato dei Beni
4. Il Mercato Monetario-finanziario
5. Il Modello IS-LM
6. Il Mercato del Lavoro
7. Macroeconomia e Politica Economica
8. La crescita economica (incluso il modello Harrod Domar)
9. L’accumulazione del capitale e il progresso tecnologico
10. Il Modello d’equilibrio AD-AS
11. Disoccupazione e inflazione: la curva di Phillips
12. Il ruolo delle aspettative in Economia e l’inflazione
13. L'Economia aperta


Libri di testo base:
**********************
Autori: Blanchard Olivier, Amighini Alessia, Giavazzi Francesco
Titolo: Macroeconomia - Una prospettiva europea
ISBN: 9788815252098
Anno: 2014
Casa Ed.: Il Mulino
***********************

Eserciziario
***********************
Autore: David W. Findlay
Titolo: Esercizi di macroeconomia. Guida allo studio del testo di Olivier Blanchard, Alessia Amighini, Francesco Giavazzi
ISBN: 9788815252272
Anno: 2015 (abbinato al libro Blanchard et al. 2014)
Casa Ed.: Il Mulino
**********************

Programma dal libro: che cosa portare
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
(vedi nel riquadro stellato i dettagli bibliografici):
Blanchard et al. (2014): Cap. 1-13, 15-16, 19-20, 22-23 e 24.
Blanchard et al. (2011): Cap. 1-12, 14-15, 18-19, 20, 23-24 e 25.
Per chi possiede l'edizione precedente:
Blanchard et al. (2009): Cap. 1-11, 13-14, 16-20, e 26.

Eserciziario(vedi dettagli nel riquadro stellato):
Findlay (2015) per chi possiede Blanchard et al. (2014).
Findlay (2011) per chi possiede Blanchard et al. (2011).
Findlay (2009) per chi possiede Blanchard (2009).

-- Ulteriori informazioni sui libri di testo ed elearning --

A Lezione verranno forniti ulteriori indicazioni e materiale didattico integrativo.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Findlay, David W Esercizi di Macroeconomia. Guida allo studio del testo di Olivier Blanchard, Alessia Amighini, Francesco Giavazzi Il Mulino 2017 9788815272003
Blanchard Olivier, Amighini Alessia, Giavazzi Francesco Macroeconomia - Una prospettiva europea Il Mulino 2014 9788815252098

Modalità d'esame

Prova intermedia: Scritto con test a scelta multipla ed esercizi numerici. Tale prova verrà computata come "bonus" nell'esame finale, che rimane uguale per tutti. Tale "bonus" seguirà questa regola. Si definisca Parte A, il programma svolto fino alla prova intermedia. Per chi ha passato la prova intermedia e l'esame finale, il voto finale verrà calcolato sostituendo il voto di ogni esercizio della prova finale, Parte A, con il voto del corrispondente esercizio della prova intermedia, in tutti i casi in cui quest'ultimo risulti maggiore di quello ottenuto nella prova finale. Esame finale: Scritto suddiviso in due parti: a) Test di domande a scelta multipla n. 20. b)Esercizi numerici n. 4. L'esame finale verte sull'intero programma. Per chi ha svolto la prova intermedia, essa verrà computata come segue nel determinare il voto finale dello scritto. 1) Voto prova intermedia: peso 35%; 2) Voto prova finale: peso 65%. Lo studente potrà, se il voto della prova intermedia non lo soddisfa, rinunciare ad esso. In questo caso il voto dello scritto coinciderà con il voto dell'esame finale. Segue esame orale per chi ha superato lo scritto con un voto almeno pari a 17: a) Obbligatorio per chi nello scritto ha un voto tra il 17 e il 18 b) Facoltativo per gli altri. Chi ha svolto l'attività settimanale di esercizi e test monitorati, avrà la possibilità di far pesare queste ulteriori attività d'esercitazione per un massimo di un bonus del 10% sul voto dello scritto.

--- STUDENTI da 10CFU e 6CFU ISCRITTI NEGLI ANNI PASSATI ----
Dall'anno corrente l'insegnamento di riferimento per tutti gli studenti dei vecchi ordinamenti è Macroeconomia EC. Rispetto al programma di sopra, i 10CFU dovranno integrare una parte riguardante il medio periodo (analisi AD-AS e Curva di Phillips originaria e modificata). Agli studenti di 6CFU l'integrazione riguarda la Parte del programma della Crescita e dell'Economia internazionale.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018