Efficient and Equitable Regulation for Health Care Innovation: Theory and Evidence

Data inizio
1 gennaio 2017
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Scienze Economiche
Responsabili (o referenti locali)
Pertile Paolo
Parole chiave
ricerca di base, pharmaceutical R&D, dynamic optimization, pharmaceutical regulation, dynamic efficiency, rare diseases

JEL codes: I10, L50, O30

Il progetto ha come obiettivo quello di elaborare e sottoporre a verifica empirica un modello dinamico del processo di ricerca e sviluppo (R&S) di nuove tecnologie in ambito sanitario, che contribuisca a chiarire la relazione tra efficienza statica e dinamica. Il tipico trade-off tra efficienza statica e dinamica nasce dalla constatazione che nella misura in cui il miglioramento delle possibilità di accesso all’innovazione implica un intervento regolatorio di riduzione dei prezzi, questo può rendere meno profittevole il mercato ed indebolire l’incentivo ad investire in R&S. Le posizioni espresse nella letteratura su quale possa essere il compromesso ideale tra efficienza statica e dinamica sono molto diverse ed è stata evidenziata la mancanza di solide basi teoriche ed empiriche che contribuiscano a comprendere alcuni aspetti fondamentali del compromesso ottimale tra le due dimensioni di efficienza. In particolare, l’analisi empirica è resa complessa dal fatto che il risultato di un progetto iniziato in un determinato momento è osservabile solo a molti anni di distanza. Inoltre, una barriera fondamentale alla ricerca in quest’area è costituita dal fatto che i dati necessari a condurre questo tipo di analisi sono di tipo privato ed accessibili solo a costi molto elevati.
Il progetto punta a creare sinergie tra ricercatori che hanno già lavorato separatamente sull’analisi empirica e teorica di alcuni aspetti connessi al presente progetto. I risultati attesi sono: (i) lo sviluppo di un modello teorico di tipo dinamico, mirato alla caratterizzazione del trade-off ottimale tra efficienza statica e dinamica; (ii) l’analisi teorica e una verifica empirica dell’ipotesi avanzata da alcuni studiosi che alcuni paesi possano decidere di adottare un comportamento opportunistico, sfruttando gli spill-over degli incentivi all’efficienza dinamica forniti da altri (iii) un’analisi della dimensione di equità associata all’attività di R&S, con particolare riferimento alle malattie rare, e un’analisi empirica dell’efficacia degli incentivi esistenti.

Enti finanziatori:

Ricerca di Base di Ateneo 2015
Finanziamento: assegnato e gestito dal dipartimento

Partecipanti al progetto