Laurea magistrale in International Economics and Business Management

Per visualizzare il proprio percorso formativo indicativo selezionare il proprio anno di immatricolazione

Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.


Attività formative del piano
Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.
TAF Anno Crediti Attività Anno accademico di frequenza
1 B Group accounting and performance (SECS-P/07) 2017/2018
2 B International economic policy (SECS-P/02) 2017/2018
3 B International economics (SECS-P/01) 2017/2018
4 B International financial markets (SECS-P/11) 2017/2018
5 B International law (IUS/13) 2017/2018
6 C International logistics and marketing management (SECS-P/08) 2017/2018
7 B Quantitative models for business management (SECS-S/06) 2017/2018
 
8 B International business law (IUS/04) 2018/2019
9 B International industrial policy (SECS-P/02) 2018/2019
10 B International trade and economic development (SECS-P/02) 2018/2019
11 C Reporting and cost accounting (SECS-P/07) 2018/2019
12 F Stage  
 
13 D 1° 2° Activities to be chosen by the student  
 
14 E 15  Final exam  

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.


A Attività di base
B Attività caratterizzanti
C Attività formative affini o integrative

DAttività a scelta dello studente
EProva finale
FAltre attività

SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Obiettivi formativi, Sbocchi professionali
Obiettivi formativi Tenendo presente che il CdLM in International economics and business management – Economia Internazionale e gestione delle imprese nasce con l'intento di rivolgersi a un territorio con una fortissima vocazione all'export e alla internazionalizzazione delle sue imprese, il CdLM ha come obiettivo formativo specifico la formazione di laureati che possano inserirsi con ruoli di responsabilità manageriale in imprese attive sui mercati esteri sia dal lato della produzione che della commercializzazione dei prodotti. Il CdLM si prefigge perciò l'obiettivo di formare esperti nell'analisi della dinamica dei mercati esteri e dell'organizzazione della produzione della commercializzazione rivolta all'export.
Per questi motivi, il percorso formativo è interamente in inglese ed è organizzato in modo da approfondire gli aspetti metodologici e operativi delle discipline economiche, aziendali, giuridiche e quantitative necessarie alla comprensione delle dinamiche dei mercati internazionali e alla gestione delle aziende che operano nel mercato globale.

A tal fine, il percorso formativo prevede, al primo anno, insegnamenti di area economica (SSD: SECS-P/01, P/02) che forniscono agli studenti le nozioni necessarie a comprendere le cause e gli effetti del commercio internazionale e il funzionamento dei mercati valutari e delle relazioni macroeconomiche e della politica economica in economia aperta. La formazione in ambito economico è completata al secondo anno da insegnamenti che approfondiscono le tematiche del commercio internazionale in relazione ai processi di globalizzazione e sviluppo economico mondiale e analizzano il ruolo delle politiche industriali nei processi di internazionalizzazione delle imprese e dei loro cicli produttivi (SSD: SECS-P/02). In ambito aziendale, il percorso formativo prevede al primo anno insegnamenti focalizzati sulla gestione dei flussi finanziari, della logistica e del marketing internazionale e dei gruppi di imprese internazionalizzate (SSD: SECS-P/07, P/08, P/11).

Il percorso formativo in questo ambito viene completato al secondo anno da un approfondimento delle problematiche legate alla contabilità e reporting aziendale nelle imprese che operano sui mercati esteri (SSD: SECS-P/07).
La necessaria formazione in ambito giuridico è garantita da insegnamenti che sviluppano il diritto internazionale e il diritto commerciale internazionale (SSD: IUS/04, IUS/11). Il percorso formativo viene infine completato da un insegnamento di ambito matematico-statistico che fornisce la conoscenza delle tecniche quantitative necessarie alla ottimizzazione della gestione e pianificazione delle attività delle imprese (SSD: SECS-S/06).

Al termine di questo percorso formativo, con il conseguimento della laurea magistrale lo studente sarà in possesso di strumenti e competenze nei diversi ambiti disciplinari legati ai processi di internazionalizzazione economica che gli permetteranno di valutare la realtà economica internazionale in cui l'impresa deve competere, di analizzare l'evoluzione dei mercati esteri e di gestire in ruoli di responsabilità l'attività delle imprese attive sui mercati esteri.
Sbocchi professionali SPECIALISTA IN IMPRESE E MERCATI INTERNAZIONALI

Funzione in un contesto di lavoro:
- Analisi dei sistemi produttivi e territoriali
- Analisi economica internazionale
- Analisi finanziaria internazionale
- Gestione della logistica e del marketing internazionale
- Gestione della contabilità di gruppo e reporting direzionale

Competenze associate alla funzione:
Il corso permette di acquisire competenze, a forte caratterizzazione economica, aziendale e giuridica, nello studio avanzato dei sistemi produttivi e territoriali, dell'economia, politica, tecnica dei mercati finanziari e sviluppo internazionali, nonché dei metodi e modelli per la logistica, il marketing, la contabilità di gruppo e il reporting direzionale, utilmente impiegabili per la conduzione di imprese a forte caratterizzazione internazionale. Il tutto visto nel quadro istituzionale della normativa commerciale e tributaria internazionale.

Sbocchi occupazionali:
La formazione è orientata a consentire un agevole inserimento nei numerosi e diversi ruoli professionali oggi richiesti da imprese, enti e istituzioni operanti sui mercati internazionali.

La profondità dei metodi acquisiti rendono il laureato adatto ad assumere, nella prospettiva di carriera, ruoli manageriali all'interno di questi soggetti, che sono in continua crescita.