Economia dell'incertezza e dell'informazione (2004/2005)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S00436
Docente
Angelo Zago
crediti
5
Settore disciplinare
SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
2° Sem Lez dal 28-feb-2005 al 28-mag-2005.

Orario lezioni

2° Sem Lez
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 14.30 - 17.30 lezione Aula Betti  

Obiettivi formativi

Lo studio dell’economia è in buona misura lo studio degli incentivi: incentivi per lavorare sodo, per produrre beni di qualità, per studiare, risparmiare, investire. Come disegnare organizzazioni ed istituzioni che forniscono buoni incentivi agli agenti economici è quindi una questione centrale in economia. Il corso si prefigge di introdurre agli studenti i modelli di Principale-Agente, ovvero la situazione più semplice nella quale un principale, per esempio un’impresa, delega un compito ad un agente, per esempio un manager, attraverso un contratto. La principale questione indagata è: “Che cosa spinge i diversi agenti economici a comportarsi in una certa maniera in un dato ambiente economico od organizzativo?”. Attraverso il modello P-A e le sue estensioni con diverse forme di asimmetrie informative, che rappresentano l’essenza della teoria dei contratti e degli studi di management, vengono analizzati temi legati all’organizzazione industriale, all’economia del lavoro ed all’economia del comportamento.

Programma

I principali argomenti affrontati nel corso sono i seguenti:
- Introduzione: incentivi nel pensiero economico.
- Il trade-off tra estrazione della rendita ed efficienza.
- Incentivi e vincoli di partecipazione con selezione avversa.
- Il trade-off tra incentivi e ripartizione del rischio.
- Incentivi e vincoli di partecipazione con azzardo morale.
- Non verificabilità.
- Modelli dinamici con full commitment.
Questi argomenti vengono analizzati dal punto di vista teorico e con riferimento alle loro implicazioni per le scelte di corporate governance, corporate finance, di gestione, remunerazione ed incentivazione del fattore lavoro, di disegno delle strutture di gestione e controllo.

Modalità d'esame

Coerentemente con i contenuti del corso, l’esame finale prevede una verifica scritta nella quale viene chiesto allo studente di risolvere analiticamente alcuni problemi; di rispondere ad alcuni quesiti di teoria; ed infine di rispondere ad un “tema di attualità”, cioè di commentare criticamente fatti di attualità economica legati ai contenuti del corso. In alternativa, l’esame può essere sostituito dalla preparazione di una tesina, mediante la quale lo studente può approfondire un tema di suo interesse con gli strumenti proposti in aula.

Statistiche per i requisiti di trasparenza (Attuazione Art. 2 del D.M. 31/10/2007, n. 544)

I dati relativi all'AA 2004/2005 non sono ancora disponibili