Storia economica (2013/2014)

Codice insegnamento
4S00375
Docente
Maria Luisa Ferrari
Coordinatore
Maria Luisa Ferrari
crediti
9
Settore disciplinare
SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
secondo semestre dal 17-feb-2014 al 30-mag-2014.

Orario lezioni

secondo semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 9.20 - 11.00 lezione Aula B  
mercoledì 15.40 - 17.20 lezione Aula B  
giovedì 15.40 - 17.20 lezione Aula B  
venerdì 10.10 - 11.50 lezione Aula B  

Obiettivi formativi

Il corso si propone di analizzare le caratteristiche fondamentali dell'evoluzione economica europea dalla prima età moderna ai giorni nostri.

Programma

Le caratteristiche del settore primario in età moderna.
Le attività di trasformazione in Europa tra Cinquecento e Settecento.
Mercanti, traffici, aree commerciali in Europa e fuori d'Europa tra Cinque e Settecento.
La rivoluzione industriale: i casi dell'Inghilterra, della Francia, della Germania, degli Stati Uniti e dell'Italia.
L'epoca del liberismo assoluto (1850-1875).
La risposta protezionista dello stato (1875-1914).
La prima guerra mondiale ed i suoi effetti.
La grande depressione e gli anni tra le due guerre.
La seconda guerra mondiale ed i suoi effetti.
Il nuovo assetto dell'economia internazionale (1939-1953). Il sistema di Bretton Woods e la sua trasformazione.
L'economia mondiale dalla seconda metà del Novecento alla globalizzazione finanziaria del XXI secolo.

Libri di testo:

G. Bracco, A. Carreras, T.J. Davis, G.L. Fontana, A. Guenzi, P. Massa, a cura di A. Di Vittorio, Dall'espansione allo sviluppo. Una storia economica D'Europa. Con il coordinamento di A. Di Vittorio, Con una integazione di A. Colli. Terza edizione. G. Giappichlli Editore, 2011.

Modalità d'esame

L’esame consiste in un colloquio teso ad accertare attraverso domande sui testi indicati la complessiva maturità del candidato.

Per i frequentanti sarà prevista una prova scritta intermedia, essenzialmente volta a fornire strumenti di autovalutazione del percorso di apprendimento e che, comunque, sarà tenuta in considerazione per la valutazione finale.
Si ricorda che la prova intermedia permette di ottenere un bonus spendibile solo per gli appelli d’esame che hanno svolgimento nella sessione immediatamente successiva alle lezioni. Il bonus verrà sommato al voto riportato nella prova orale finale, purché quest’ultima sia, ovviamente, stata superata.
L’entità del bonus dipende dal voto riportato nella prova intermedia:
➢ 1 punto di bonus se il voto della prova intermedia è compreso tra 18 e 23;
➢ 2 punti di bonus se il voto della prova intermedia è compreso tra 24 e 26;
➢ 3 punti di bonus se il voto della prova intermedia è compreso tra 27 e 30.